OBIETTIVI DI MARKETING E STRUMENTI ADWORDS CAMPAGNE PUBBLICITARIE

Momenti online che contano……

La nostra giornata è costituita da una serie di “momenti” vissuti online. Mentre prima “andavamo su internet”, oggi “viviamo online”, costantemente connessi.
Scarichiamo la posta, consultiamo il meteo, leggiamo un articolo, compriamo un prodotto, cerchiamo una ricetta, ascoltiamo la nostra playlist, acquistiamo un biglietto, confrontiamo dei prezzi, scegliamo dove pranzare, ordiniamo una pizza take away, sogniamo una vacanza: un susseguirsi di “momenti online” più o meno importanti dal punto di vista del business.

Il mobile ha profondamente cambiato il nostro approccio al web, dunque anche le nostre strategie di web marketing devono evolvere in tal senso.

Sarebbe tuttavia impossibile pensare di cogliere tutti i “momenti online” di ciascun utente. E’ anche vero che questi momenti non sono tutti ugualmente importanti.

A seconda della tipologia di target, dell’esigenza cui sta cercando di risposta e di altri fattori come l’orario e la geolocalizzazione è possibile individuare gli obiettivi di marketing (ex. proporre un locale, mostrare un prodotto, ecc.), cui dare risposta con gli strumenti AdWords più adatti: annunci di chiamata, estensioni sitelink, titoli dinamici, estensioni di località, ecc.

Quando gli utenti utilizzano il loro smartphone cercano risposte immediate perchè hanno bisogno di qualcosa.

Gli utenti interagiscono con i contenuti che amano: cercano informazioni su un hobby, guardano un video, ecc.

In questi momenti la piattaforma che fa da padrone è YouTube, utilizzata prevalentemente dagli utenti tra i 18 e i 34 anni per esplorare le proprie passioni. A giugno 2015 il 61% degli utenti ha cercato su YouTube video per ricette (31%), confronto di prodotti (24%), utilizzo di un nuovo prodotto (22%), ispirazione per viaggi (13%), applicare il make up (10%), moda e tendenze (8%).

Gli utenti hanno bisogno di aiuto per fare qualcosa di nuovo, quindi effettuato ricerche tipo “come posso fare per …”, “voglio imparare .. “, “fai da te”, “tutorial per ..”, ecc.

Il 72% degli utilizzatori di smartphone fa ricerche da mobile per informazioni su come fare qualcosa e l’80% degli utenti under 35 è convinto di poter trovare su YouTube qualsiasi cosa desideri imparare.

Le ricerche su tutorial ed istruzioni fai-da-te su Google sono cresciute del 136% dal 2010 ad oggi e anche su YT la crescita di queste ricerche è stata esponenziale.

Gli utenti sono alla ricerca di informazioni utili o consigli. Effettuano ricerche tipo “qual è il più adatto per …” , “prodotto migliore per …”, “quante versioni esistono di …”. Un utente su dieci cerca nella fase iniziale della ricerca il nome di un prodotto o di una marca. L’87% dei consumatori afferma infatti di aver conosciuto nuovi prodotto o nuovi servizi o brand online (il 56% attraverso una ricerca e il 21% guardando un video).

Gli utenti scelgono cosa, dove e come comprare. Effettuano ricerche tipo “il negozio più vicino”, “prezzi più bassi”, “acquistare ora”, ecc. Sei utenti su dieci dichiarano che le informazioni trovate con lo smartphone mentre erano in un negozio hanno avuto un impatto sui loro acquisti. Il 54% degli utenti afferma di aver comprato un prodotto che normalmente non avrebbe acquistato a seguito delle informazioni rilevanti fornite durante la ricerca da smartphone. Il 96% degli utenti che ha effettuato una ricerca su un prodotto o brand specifico ha cercato informazioni aggiuntive (68%), visitato lo store o il sito web (61%), preso in considerazione l’acquisto (43%), guardato un video correlato su YT (40%).

Written by

Vivamus vel sem at sapien interdum pretium. Sed porttitor, odio in blandit ornare, arcu risus pulvinar ante, a gravida augue justo sagittis ante. Sed mattis consectetur metus quis rutrum. Phasellus ultrices nisi a orci dignissim nec rutrum turpis semper.